Blog di Simona Straforini

Chi è... Simona

simona SM

Sono partita! Ho davvero cominciato la mia nuova strada. Sono ancora incredula, un po’ stordita, confusamente felice… e forse anche un tantino spaventata, ammettiamolo :-)

Piacere, sono Simona, e dal 12 Febbraio 2015 sono ufficialmente una comunarda di Tempo di Vivere!

Arrivo da una realtà completamente diversa. Cittadina, della provincia di Milano, con una casa da single, piena di libri e oggetti di ogni sorta raccolti negli anni, tre gatti stupendi, tanti amici e tanti impegni, e… fino a poco tempo fa, anche un lavoro (nel senso istituzionale del termine) di tutto rispetto, che ho scelto di lasciare questo dicembre.

La mia scelta di “scollocarmi” è in corso da tempo. E’ cominciata quando mi sono resa conto che ciò che ero “fuori”  non rappresentava ciò che sentivo “dentro”. Mi sentivo incastrata in un sistema di finti valori, che non mi appartenevano, ma che – nonostante ciò – in parte, incarnavo. Il lavoro, la casa, il mutuo, l’individualismo, il consumismo. Compra, che ti è utile. Mangia, che ti fa bene. Sposati, che è cosa buona e giusta. Ci stavo stretta.. anzi, di più, mi sentivo in gabbia.

Scegliere significa rimettere in discussione

La prima volta che ho approcciato questo concetto, non l’ho trovato così immediato da comprendere. Non l’ho fatto mio profondamente fino a quando non ho affrontato le prime vere crisi emozionali (mie o di altri) in ecovillaggio. Ero convinta che la massima espressione di coerenza e congruenza passasse dalla fermezza delle proprie idee, dal non cambiare opinione, dal restare assertivi e fare base sulle proprie credenze.

E’ così, di fatto. Ho delle convinzioni ben radicate, che danno senso e conseguentemente direzione alla mia vita. Si chiamano valori. Per scegliere, davvero libera dai condizionamenti, soprattutto quelli interiori, per sentirmi in linea con quei valori, per riuscire a portare avanti con la sana e produttiva motivazione ogni mia azione, è necessario – e lo capisco solo oggi – mettermi in discussione ogni volta.

FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedinRSS Feed Pin It

Pubblicato in Blog di Simona Straforini

Lo specchio: io sono te

Conoscete la teoria dello specchio?

Quella per la quale possiamo rivedere nell’altro, sia in ciò che apprezziamo, sia in ciò che ci irrita o infastidisce, qualcosa di nostro?
E’ un assunto che ho fatto mio da molto tempo. L’ho sperimentato in tantissime occasioni e ogni volta mi è stato utile per comprendere meglio me, i miei meccanismi e comportamenti,  a valorizzare ciò che di buono ho, e – quando mi è riuscito – a cambiare ciò che invece non era utile, sano, o costruttivo.
Proprio in quest’ultimo periodo ne ho tratto un nuovo insegnamento, che ho utilizzato e sto utilizzando per cambiare qualcosa di me. Qualcosa di piccolo, che potrebbe sembrare insignificante ai più, ma che invece – per me – come ogni cambiamento, sta portando qualcosa di nuovo, che apprezzo e che mi stimola.

FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedinRSS Feed Pin It

Pubblicato in Blog di Simona Straforini

Cogli l'attimo

Nei giorni scorsi abbiamo rivisto tutti insieme “L’attimo Fuggente”.

Non so se anche a voi fa sempre effetto questo film. Per me è stato ancor più commovente della prima volta che l’ho visto, perché – nella condivisione dei messaggi che trasmette – mi sono resa che ho raccolto quell’insegnamento e hocolto l’attimo”. Ho reso straordinaria la mia vita.

Anche Marco ci ha scritto un pezzo per il blog dello Scollocamento Solidale (lo trovate qui) e ci è talmente risuonato il senso profondo di ciò che il prof. Keating insegna, che abbiamo trasmesso un piccolo estratto del film anche durante l’ultimo corso.

Inaspettatamente – o forse no – alla frase “Rendete straordinaria la vostra vita!”, in alcuni partecipanti si è mossa un’emozione spiacevole, di tristezza, rassegnazione o frustrazione.

“Cosa ne faccio della mia vita? Come posso renderla straordinaria? Ormai…”

FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedinRSS Feed Pin It

Pubblicato in Blog di Simona Straforini

Seguici anche via email

* campi obbligatori