Cronache dall'ecovillaggio

Le nostre Feste

Tramonto a Tempo di VivereCiao a tutti!
Come sono andate le vostre vacanze?
Quelle vissute qui a Tempo di Vivere possiamo riassumerle così: diverse, impegnative, intense, colme di emozioni, piene dell’amore di amici vecchi e nuovi.

In due parole: MERAVIGLIOSE e COSTRUTTIVE!

Eccoci dunque a raccontare di noi e di questo intenso periodo… pronti?!

Come per ogni realtà di questo tipo, l'organizzazione degli eventi parte molto prima del loro inizio e finisce molto dopo.

Per noi la preparazione è cominciata addirittura settimane prima con la ricerca di idraulici disponibili a installare una monolitica stufa a legna a carica verticale che ormai da mesi stazionava in sala da pranzo come un menhir… il rischio: rimanere senza riscaldamento fino a gennaio!!!
Il giorno precedente l’arrivo dei primi ospiti, abbiamo festeggiato l’arrivo del furgone di Marciano (l'idraulico di Guiglia) come fosse quello della stella cometa sulla stalla di Gesù Bambino!

Dopo 12 ore di lavoro, in cui siamo arrivati ad avere allucinazioni da stress (con Andrea che canticchiava di continuo: “Quella stufa là devi metterla quaaaaaaaaaaa…!!!”), l’apparecchio ha trovato la sua collocazione TEMPORANEA in cucina!!

Tutto molto bello, non fosse stato per il fatto che sala pranzo, cucina e corridoio, dopo i lavori di muratura necessari al posizionamento, erano sommersi da una polvere fine fine e, non avendo pensato a coprire mobili e tegami, ci siamo ritrovati a pulire e lavare tutto quanto fino notte fonda.

FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedinRSS Feed Pin It

Pubblicato in Cronache dall'ecovillaggio

Leggi tutto

Immacolata con Tempo di Vivere

TavolataQuesto fine settimana, in occasione del ponte dell’Immacolata, abbiamo organizzato una “tre-giorni” di accoglienza e corsi per i nostri ospiti.
Ci siamo svegliati sabato mattina, entusiasti ed emozionati, armati di stracci e secchi per dare l’ultima rassettata alla casa e… SORPRESA! Non c’è acqua calda! Come è possibile? Che succede? C’è un guasto? Eh no! E’ semplicemente finito il GPL!! Quindi, insieme all’acqua calda, non abbiamo il riscaldamento e nemmeno il gas per cucinare. E abbiamo una decina di persone in arrivo a breve. L’entusiasmo si trasforma immediatamente in ansia, sei facce scure e preoccupate, sei teste che iniziano a pensare all’unisono.
FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedinRSS Feed Pin It

Pubblicato in Cronache dall'ecovillaggio

Leggi tutto

Ombre e luci da e di un ecovillaggio

Qui a Tempo di Vivere ogni giorno accade qualcosa di nuovo e non sempre di piacevole! 
Qualcosa che ci fa rimettere in discussione nel nostro rapporto, quella relazione che vogliamo definire speciale che, nei momenti di dolore, non sentiamo più tale. Soltanto dopo scambi di opinioni, discussioni, ammissione di paure, dolore, ritorna speciale:  ci sentiamo nuovamente liberi e ancora amati, più di prima.
Così accade che, mentre ci sentiamo felici, nella gioia di due giornate in cui il lavoro e l’impegno di tutti noi, insieme, ha portato al successo e a feedback gratificanti, come un fulmine a ciel sereno, un viso scuro, un atteggiamento distaccato ci mettono in allerta. 
Il sentito di qualcuno è diverso e quell’energia che ci anima si affievolisce. 
Rimaniamo in attesa, sentendo che qualcosa sta per accadere. Ognuno a modo suo, si ascolta: qualcuno sente crescere la rabbia, qualcun altro la paura, altri ancora tristezza, lacrime, senso di impotenza e delusione. 
FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedinRSS Feed Pin It

Pubblicato in Cronache dall'ecovillaggio

Leggi tutto

Altri articoli...

Ultimi commenti

guido
4 mesi 15 giorni

Ti ho conosciuta a TdV tempo fa e ci siamo...scontrati. Succede. Credo di essermi scontrato con quel ...

gioia
4 mesi 15 giorni

AUGURONI GABRIELLA e grazie per queste meravigliose considerazioni che voglio assolutamente tenere i ...

Anatolia
5 mesi 18 giorni

Bella questa condivisione, che non esclude nessuna emozione e la ridona indietro a chi guarda e asco ...

Seguici anche via email

* campi obbligatori