EmailStampaEsporta ICS

Comunicazione ecologica e gestione dei conflitti - online

Titolo:
Comunicazione ecologica e gestione dei conflitti - online
Quando:
Lun, 6. Giugno 2022, 20:30 h - Lun, 20. Giugno 2022, 22:30 h
Dove:
WEB su computer
Categoria:
Cambio Vita

Descrizione

www

C’è un giardino al di là del giusto e dello sbagliato.
È là che ci incontreremo.

Sappiamo sicuramente parlare, ma sappiamo comunicare?

La nostra vita oscilla tra rapporti piacevoli e arricchenti, da un lato, e difficoltà nel farci capire e ascoltare dall’altro. Basta una scivolata verso l’incomprensione e subito arrivano a bussare: fastidio, conflitto, disaccordo, perdita di stima e di fiducia, e… chi più ne ha più ne metta.

Pen­siamo di essere attent@ e gentil@ nelle relazioni con gli altri ma, nonostante le nostre migliori intenzioni, spesso le nostre discussioni prendono una pie­ga del tutto diversa da quanto ci auguriamo.

Il nostro, e l’altrui, modo di esprimerci e di ascoltare (comunicare) è guidato dal giudizio e dall’interpretazione, mira a dominare, all’aver ragione, al convincere, è qualcosa di molto familiare a tutti noi, è un modo di comunicare che padroneggia­mo in maniera automatica.

Anzi, per essere precisi, è il linguaggio a padro­neggiare noi, perché è la lingua culturale (mater­na, paterna e sociale) che abitiamo da sempre, fin da quando eravamo piccoli e che ha improntato i nostri pensieri.

Così, riteniamo normale il fatto di perdere ogni tanto le staffe, di alzare i toni, di zittirci o esplodere in invettive o accuse, a volte persino violente.

Con dolore, accettiamo come normale il fatto che, confrontarsi con gli altri, spesso, diventi penoso, difficile, estenuante e sfoci in con­flitti, alle volte, insanabili.

Accettiamo, a fatica, ma come normale, il fatto di non sentirci capiti e ascoltati, compresi e accolti.

Come si può cambiare il tipo di co­municazione, finora normale per noi?

Che tipo di comunicazione vogliamo?

Come possiamo realizzare una comunicazione viva ed efficace che ci permetta di sentirci accolti e compresi, ci aiuti ad accettare l’altr@, i suoi bisogni e le sue verità?

Il desiderio, direi impellente, è di trovare una forma concreta per rispondere alle esigenze di entramb@ gli interlocutori, (Win-Win), trovare una soluzione realizzabi­le che, attraverso un dialogo sincero e aperto, ci aiuti a provare una maggiore libertà interiore, ad ampliare le possibilità di condivisione, collaborazione, sostegno e azione, ci aiuti nell’avvalerci della libertà di scelta e nell’assumerci la responsabilità individuale e collettiva, acquisendo strumenti efficaci e utili allo stare insieme, affrontando le difficoltà e i conflitti, costruendo spazi sicuri di dialogo e confronto collettivo.

Perché è utile

La nostra unica possibilità di condividere qualcosa con qualcuno è comunicare in modo efficace.

Quando riusciamo a spingerci nel territorio della buona comunicazione, quella sana, rispettosa, aperta, autentica, della comprensione reciproca, del parlarsi chiaro, in modo libero, pulito e onesto, allora arrivano progetti che funzionano, famiglie e matrimoni che funzionano, gruppi e comunità che funzionano. Insomma, funziona tutto!

Quando riusciamo a fare attenzione al nostro modo di comunicare e ai codici che utilizziamo, iniziamo a essere consapevoli dei nostri sentimenti, pensieri, giudizi. Sperimentiamo, così, un nuovo modo di comunicare che permette di esprimerci e ascoltare gli altri con empatia e apertura, per costruire un contesto dove crescere, provare senso di appartenenza e poter affrontare anche temi difficili.

In questa danza, pacatezza, pazienza ed empatia nei confron­ti di noi stessi e degli altri, sono preziose compagne: Una gioia condivisa è una gioia raddoppiata

La magia di una buona comunicazione sta nella sua semplicità, dove c’è ascolto, cooperazione e rispetto per la diversità

Comunicazione ecologica, efficace, empatica, non violenta…

Molto spesso le persone parlano senza capirsi, soprattutto quando ci sono di mezzo discussioni che ci animano.

Ci piace considerarci razionali, ma in realtà siamo creature estremamente emotive. E' facile quindi farsi trascinare in discussioni in cui non comprendiamo a fondo il punto di vista altrui e cerchiamo di fare valere, o addirittura imporre il nostro, senza riuscire a far arrivare in modo trasparente il messaggio.

La comunicazione è un mezzo.

Saper comunicare in maniera efficace è come guidare una macchina, ci permette di andare lontano, in  meno tempo ed il viaggio è più confortevole.

Comunicare se stessi con il cuore è necessario per crescere e migliorare.

La comunicazione ci serve per esprimere noi stessi, i nostri stati d'animo e per poter istaurare relazioni soddisfacenti, nelle quali condividere i nostri bisogni, valori ed obiettivi con gli altri, con chiarezza. Comunicare efficacemente significa anche saper ascoltare e quindi conoscere meglio gli altri, i loro bisogni e obiettivi.

Comunicazione ecologica: con questo termine indichiamo i principi ecologici alle relazioni umane: coltivare le risorse di ogni persona, rispettare la diversità e nello stesso tempo mantenere una coesione globale in modo che le persone possano agire insieme per un obiettivo comune. Come nella natura, così tra gli esseri umani c’è un equilibrio tra bisogni individuali, bisogni collettivi e crescita della totalità, interdipendenti e reciprocamente utili. (Jerome Liss)

Per comunicare efficacemente è molto importante avere chiaro il motivo, l'obiettivo della nostra comunicazione, quindi chiedersi sempre:

  • Qual è il vero motivo per cui voglio comunicare ciò che ho in mente?
  • Cosa voglio davvero da questa persona?
  • Cosa desidero che accada dopo che ho comunicato ciò che ho in mente?

La comunicazione nonviolenta (CNV), chiamata anche comunicazione empatica, è un modello comunicativo basato sull'empatia. È stata ideata da Marshall Rosenberg, essa permette di evitare le frequenti incomprensioni che derivano da un comunicare approssimativo e di riuscire a creare contesti comunicativi win-win.

Fa per te se…

  • Senti di avere difficoltà nell’espressione autentica di te, di ciò che provi e dei tuoi bisogni
  • Vuoi acquisire nuovi strumenti comunicativi connessi con l’empatia
  • Vuoi promuovere una cultura non violenta all’interno del tuo gruppo, in famiglia e nella tua vita
  • Vuoi camminare nel cambiamento mettendoti in gioco in prima persona
  • Desideri far crescere la qualità e l’autenticità delle tue relazioni
  • Vuoi disinnescare le bombe comunicative e le dinamiche disfunzionali all’interno del tuo gruppo
  • Vuoi vivere e gestire in modo costruttivo i conflitti
  • Vuoi comprendere come guardare al conflitto come momento di crescita e arricchimento

Programma

Modulo 1 - Lunedì 6 giugno

  •  Perché il Cerchio
  • Cos’è la via del cerchio
  • Ascolto profondo: il cuore di un progetto
  • Co-ascolto

Modulo 2 - Giovedì 9 giugno

  • Linguaggio bellico e quello che facilita a capirsi
  • Barriere comunicative
  • Dalla colpa alla responsabilità per comunicare sé, la relazione e l’informazione
  • Modelli di comunicazione
  • L’importanza dei feedback: Imparare a dare e ad accogliere i feedback

Modulo 3 - Lunedì 13 giugno

  • Le trappole della comunicazione
  • Cos’è il conflitto e da dove si origina
  • Le dinamiche di gruppo: atteggiamenti di fronte al conflitto
  • Rango e privilegi

Modulo 4 - Giovedì 16 giugno

  • Come riconoscere i conflitti
  • Strumenti e strategie per esplorare e trasformare un conflitto

Modulo 5 - Lunedì 20 giugno

  • Conflitto come un’opportunità di cambiamento e tensione evolutiva che può aiutare la crescita del gruppo.
  • Sostare (so-stare) nel conflitto

E tante esercitazioni pratiche in ogni modulo

Contributi

  • Intero percorso (4 moduli) = 80-100 €/persona* per gli iscritti al corso Creare Comunità
                                                   100-120 €/persona* per tutti gli altri
  • Tessera associativa per l'anno 2022 (obbligatoria per chiunque desideri partecipare alle nostre iniziative) = 15 €/persona 
    (se sei già nostro socio, il contributo richiesto è solo quello per la formazione)

*Abbiamo introdotto un contributo variabile in modo che ognuno possa scegliere quanto dare in base alle proprie possibilità e al desiderio di sostenere il progetto ecovillaggio Tempo di Vivere.

Se partecipare a tutte due i corsi abbiamo pensato ad un'offerta:
Le basi della facilitazione + Comunicazione ecologica e gestione dei conflitti

€ 120-160/persona per la partecipazione al corso* per gli iscritti al corso Creare Comunità
€ 155-190/persona per la partecipazione al corso* di tutti gli altri
+ € 15/persona per Tessera Associativa annuale 2022

Per iscriversi al percorso è necessario:

Tempo Di Vivere APS
c/o Banca Popolare Etica Cassa Centrale Credito Cooperativo del Nord Est
IBAN: IT 35 E 03599 01899 050188527315

Causale: Comunicazione e conflitti ONLINE + nome partecipante (se differente dall'intestatario del conto)

 Abbiamo pensato a fine corso di organizzare un weekend intensivo dove trovarci e mettere in partica tutti gli insegnamenti e strumenti avuti nel corso.
Il weekend intensivo sarà il 2 e 3 luglio e parteciperanno solo gli iscritti al corso.
Il costo sarà di 100€ per il workshop (inclusi i pasti)

 

PER INFO ED ISCRIZIONI: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
Gabriella 320 7810919 o Ermannno 333 5772199

 

DISCLAIMER (tratto dai Regolamenti interni dell'Associazioni visionabili in sede)

CORSI ONLINE

Tutti i corsi proposti in via digitale danno la possibilità di essere seguiti tramite le videoregistrazioni degli incontri per i 3 mesi successivi alla fine delle lezioni. Per questa tiplogia di docenza non è previsto un rimborso in caso di non presenza a uno o più moduli in quanto l'associato avrà comunque la possibilità di recuperare in un secondo momento, a proprio piacimento, i contenuti.

IN CASO DI RINUNCIA ALLA PARTECIPAZIONE AI CORSI IN PRESENZA

 In caso d'impossibilità a partecipare all’evento, manifestata almeno quindici (15) giorni prima dell’inizio dello stesso, l'associato potrà inviare a TDV una richiesta motivata scritta, contenente la necessità di rinunciare alla sua partecipazione. In questo caso l’associazione rimborserà la quota versata, trattenendol'importo relativo alla quota associativa annuale (15 €) e alle spese per le pratiche di rimborso, pari a € 5.

L'associato potrà scegliere, in alternativa, di partecipare ad un altro evento nell’arco dei sei (6) mesi successivi di pari importo o integrando l’eventuale differenza positiva tra il contributo di partecipazione all’evento scelto in sostituzione a quella dell’evento pagato. Non saranno rimborsate differenze negative.
Rinunce alla partecipazione pervenute con un preavviso inferiore a quindici (15) giorni dall'inizio dell'evento non danno diritto ad alcun tipo di rimborso.

VARIAZIONI:

Qualora l'Associazione ritenesse, per insindacabili ragioni (inclusi insufficiente numero dei partecipanti, eventi imprevisti che rendano inagibile la sede, assenza del docente ecc.) che l'iniziativa non possa svolgersi nelle date e nei luoghi indicati, si impegna a darne notizia ai partecipanti, che avranno diritto al risarcimento delle quote versate. Nel caso in cui l'evento o il corso venga riproposto in altra data entro i sei (6) mesi successivi, l'associato potrà chiedere il differimento della sua iscrizione, mantenendo valida la prenotazione e la quota versata. L'associato potrà scegliere, in alternativa, di partecipare ad un evento differente nell’arco dei sei (6) mesi successivi, di pari importo o integrando l’eventuale differenza positiva tra il contributo di partecipazione all’evento scelto in sostituzione a quella dell’evento pagato.

Eventuali spese di viaggio sostenute per avvicinarsi al luogo dell'evento non saranno rimborsate.


Sede

Location:
WEB su computer
Nazione:
Italy

Seguici anche via email