La Vita e l'Amore a confronto

Vita e AmoreL’amore sta nei gesti, nei comportamenti attraverso cui si esprime,
La scelta di come vivere sta nei gesti e nei comportamenti.
L’amore è un atto di volontà,
Vivere felicemente è un atto di volontà.
L’amore è, al contempo un’intenzione e un’azione,
Vivere felicemente è al contempo un’intenzione e un’azione.
La volontà implica una scelta,
Non siamo costretti ad amare, scegliamo di farlo.
 

Vivere felicemente implica una scelta,
Non siamo costretti vivere o a sopravvivere, scegliamo di farlo.

Quando amiamo con il cuore, l’anima, la testa e con la volontà, dimostrando interesse, rispetto, conoscenza e responsabilità il nostro è un amore soddisfacente.

Il vero amore e la vita si rafforzano attraverso le difficoltà.

Alla base c’è il desiderio di crescere e di espandersi, di diventare più pienamente se stessi.

Quando sperimentiamo l’amore vero, quando viviamo la vita pienamente, ci può capitare di avere la sensazione che la nostra stessa vita sia in pericolo, ci può capitare di sentirci minacciati.

Non c’è cambiamento che non porti con sé un senso di sfida e di perdita.

Per amare e per vivere felicemente dobbiamo mettere insieme vari elementi:

Cura, affetto, riconoscimento, conoscenza, responsabilità, rispetto,  impegno e fiducia e  comunicazione onesta e aperta, perdono e non giudizio.

L’AMORE è UN’ARTE come la VITA è UN’ARTE, per cui se

VOGLIAMO SAPERE come VIVERE FELICEMENTE e come AMARE dobbiamo fare come se volessimo imparare qualsiasi arte, come la musica, la pittura, la medicina ecc. applicare teoria e pratica e considerarle entrambe cose molto importanti.

L’uomo ha due specie di esigenze: materiali e spirituali.

All’appagamento di quelle materiali dedica la maggior parte del suo tempo.

Ma l’uomo necessita di essere visto, ascoltato, apprezzato, fatto oggetto di tenerezza, sessualmente appagato, di avere libertà di scelta, di realizzarsi in base alle proprie risorse, di commettere errori. Ha bisogno di accettare se stesso e i suoi simili, e di essere accettato, ha bisogno di essere un “io” e anche un “noi”, ha bisogno di sentirsi felice e a questo dedica poco tempo ed attenzioni.

L’umanità nella sua ricerca di progresso, di sicurezza, di superiorità, ha completamente ignorato e dimenticato le cose essenziali della vita.

Profezia indiana:

Solo dopo che l’ultimo albero sarà abbattuto
Solo dopo che l’ultimo fiume sarà inquinato
Solo dopo che l’ultimo pesce sarà stato catturato
Soltanto allora scoprirai che il denaro, le case non possono essere mangiati.

Nonostante la ricerca disperata di una vita felice e di amore, successo, prestigio, denaro, potere, vengono considerati le cose più importanti: quasi ogni nostra energia è usata per raggiungere questi scopi e quasi nessuna per conoscere l’ARTE di VIVERE e di AMARE, forse perché si crede, o ci hanno fatto credere, che la vita felice e l’amore siano pura utopia e che giovino solo all’anima e che siano un lusso, per cui non meritino sprechi di energie.

E’ utile iniziare a considerare la vita e l’amore come qualcosa di cui siamo responsabili e agire di conseguenza, anziché pensare alla prima come destino, sofferenza, sacrificio e doveri e al secondo come un sentimento fine a se stesso.

Intenzionalità e volontà svolgono un ruolo determinante in ciò che facciamo.

FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedinRSS Feed Pin It

Pubblicato in Blog di Gabriella Oliva

Aggiungi commento

Accetto il trattamento dei dati




Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA

Seguici anche via email

* campi obbligatori