Cronache dall'ecovillaggio

Racconto del Solstizio, Madre Natale e il Canto dell'Inverno

Tratto da: http://latessitricedistorie.blogspot.com

Era il tempo del riposo.

Da prima che memoria umana ricordasse, ogni anno, poco prima che il manto incantato della neve congelasse alberi, arbusti, case e nidi, ogni essere che abitava i boschi tendeva orecchie, antenne, coda e baffi per sentire il richiamo di Madre Natale.

La chiameremo così, perchè il suo nome vero e antico è per noi troppo misterioso per essere pronunciato.

Il profumo della neve aleggiava già sopra il bosco, fra le vette degli abeti, bussava alle tane fra i rami o si infiltrava leggero ma potente nelle buche scavate sotto l'umida terra.

Tutti accorrevano al richiamo di Madre Natale, tranne chi per natura e conformazione era in grado di affrontare l'inverno senza ricorrere al riposo e al lungo sonno.

Fu così, come sempre, quell'anno. 

FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedinRSS Feed Pin It

Pubblicato in Cronache dall'ecovillaggio

Leggi tutto

Il nostro 2020 in una parola

Difficile sintetizzare e descrivere questo 2020 in una parola. 
Noi abbiamo voluto provarci e scegliamo di condividere con voi un pezzo del nostro vissuto. 
Tutti i membri di Tempo di Vivere raccontano la loro versione personale dell'anno che sta per finire. Se vi va, leggiamo volentieri anche le vostre condivisioni :-) 
Buona conclusione di questo anno così particolare, vi auguriamo di trovare in voi gratitudine e celebrazione, nonostante le difficoltà che tutti siamo stati chiamati ad affrontare.

Un abbraccio da tutti noi

Ermanno, Gabriella, Katia, Riccardo e Simona

FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedinRSS Feed Pin It

Pubblicato in Cronache dall'ecovillaggio

Leggi tutto

Voglia di riprendere alla grande!

Sono passate solo tre settimane dalla fine del Summer Camp della Via del Cerchio, l’evento dell’anno che più amiamo, e sembra passata una vita!

Il 16 agosto… i saluti, tanti volti che, in pochi giorni, da sconosciuti, sono diventati familiari, nuovi amici.

Da un lato tanta tristezza per il distacco, dall’altro gioia per il meritato riposo e per il bisogno di stringerci in un abbraccio intimo e celebrare la meraviglia di questi giorni, di cui siamo stati autori, registi e protagonisti!

Neanche nei più piacevoli sogni ci saremmo aspettati un gruppo di persone così grande, un cerchio enorme che si tiene per mano, che canta, è presente, attento, vuole esserci, contribuire e sostenere

FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedinRSS Feed Pin It

Pubblicato in Cronache dall'ecovillaggio

Leggi tutto

Ultimi commenti

Cristian
1 mese 6 giorni

Era il 2012 quando ho incontrato lo strumento che mi ha aiutato a dare finalmente una risposta esaus ...

Angela Matera
1 mese 21 giorni

Desidero associarmi e venire a trovarvi quando sia possibile. Fatemi sapere come fare il versamento ...

Katia TdV
2 mesi 25 giorni

Piero, compila il modulo che trovi nella pagina. Ti ricontatterà Riccardo appena possibile.

Seguici anche via email