Ecovillaggio felino

Eh già, quando ci chiedono quanti siamo.. è ormai indispensabile e imprescindibile nominare tanto gli umani, quanto i felini.. perché a breve noi due-zampe verremo soverchiati in numero di presenza :-)

Siamo 7 adulti e 2 bimbi residenti… più 10 gatti !

Non so se ve li abbiamo mai presentati tutti.. da qui l’idea di queste righe.

Andiamo in ordine di anzianità di “residenza”…

PAMELA, una tricolore piccola piccola, con le zampette corte e un dentino mancante che ogni tanto le dona un’espressione arricciata e divertente. Pamela è la “gatta del casale”, ha circa 6 anni e abita qui da sempre.

Chi l’ha trovata e cresciuta ha provato a portarla con sé una volta trasferitosi, ma Pamela ha scelto di tornare qui, affrontando un lungo cammino per ben due volte. Ha scelto questa come casa sua.. e noi, discretamente, ci siamo insediati rispettando il suo spazio. E’ la più coccolona tra il gruppo, dolce e tranquilla. Quando arriva te ne accorgi perché sposta le sedie strusciandosi sulle gambe.. la chiamiamo “l’arredatrice”.

ECOVILLAGGIO FELINO PAMELA

 

SHANGHAI, un maschietto di due anni, trovato qui pochi giorni dopo essere arrivati, insieme alla sorellina. Si rifugiavano dentro la catasta di legno che avevamo in cortile, due mucchietti di pelo di circa 40 giorni. Piccoli e timidissimi, spaventati dalla nostra presenza. Pian piano ci siamo conquistati la loro fiducia, con ciotole di cibo e carezze rubate. Shanghai, bianco e grigio tigrato, è il nostro peluche. Sembra sempre cucciolo, è giocoso, frizzante, ama stare in braccio.. ogni sera c’è il giro d’osservazione e la scelta del paio di gambe che potrebbero essere le più comode. E’ educato.. prima di scegliere fa un saluto a tutti. Non miagola, fringuella! Fa uno strano versetto acuto e inconfondibile, che anche a distanza ci avvisa del suo arrivo. E’ uno tra i più girovaghi, va e viene dal casale, d’inverno più stanziale e massiccio, d’estate più snello e sfuggente. Vuole giocare con tutti gli altri gatti, con scarsi risultati… gli altri gli rivolgono spesso sguardi di sufficienza e superiorità, ma lui non demorde e continua a giocare con noi, con le foglie, con l’amaca, con tutto ciò che si muove.

ecovillaggio felino shanghai 4

 

FUMINA, la più bella. Piccola, longilinea, elegante, di uno splendido grigio fumo con occhi gialli e sempre spalancati. Timida e sfuggente. Ama le coccole, ma allo stesso tempo è impaurita da tutto e tutti.. quindi coccolarla diventa un’arte strategica. Bisogna parlare piano, accucciarsi e attendere che lei si avvicini. Poi pian piano, le sue fusa riempiono l’aria. E’ la vittima prescelta per ogni angheria degli altri gatti. Viene rincorsa in continuazione, mangia sempre per ultima, e subisce tutti gli attacchi giocosi o meno della colonia… Per questo ormai è qualche tempo che la vediamo rarissimamente. Comprensibilmente crediamo abbia trovato rifugio in luoghi più tranquilli, ma speriamo sempre di rivederla.

ECOVILLAGGIO FELINO FUMINA

 

NYM (Nymeria), la gatta psicopatica. Vive in casa, è la gatta di Katia, che è l’unica che la vede dolce e amorevole. Noi altri la evitiamo accuratamente non appena osserviamo lo sguardo assassino e la coda in movimento. Una bella gatta tigrata, decisamente poco felice di condividere i suoi spazi con umani di ogni genere e altrettanti animali. Durante il pranzo si posiziona sistematicamente sulla porta della cucina per ricordarci della sua presenza e del suo pasto… e se ai suoi occhi la nostra attenzione non è sufficiente, ci richiama con una simpatica zampata al polpaccio. Poi però, di sera o di notte, si accoccola accanto ai suoi umani di riferimento (Katia e Isotta in particolare) e si concede una sessione di carezze e fusa di tutto rispetto. Esce raramente, e le poche volte che lo fa, sembra camminare su un tappeto chiodato da fachiro e quando incontra una pozza d’acqua schifiltosamente scrolla la zampina in attesa di un maggiordomo che la ripulisca con sottomissione e dedizione.

ECOVILLAGGIO FELINO NYM

 

MIRTILLO, lo smilzo. E’ uno dei tre gatti di Simona, rosso, tigrato, pelo raso, coda e zampe lunghe. Da sempre abituato all’appartamento milanese, come i suoi fratelli, non ha mai visto un filo d’erba prima di arrivare qui. Dal trasferimento la lotta continua è convincerlo che la casa non è il posto delle nanne, che ci sono tantissime belle cucce fuori e tanti nuovi divertimenti. Lui ne gode, questo è indubbio, ma poi vuole dormire in casa e soprattutto bere dal bidet, concedendosi un momento di intimità e fusa con chiunque sia disposto a dividere il bagno con lui. Fa le fusa a prescindere, è sufficiente guardarlo o chiamarlo.

ECOVILLAGGIO FELINO MIRTILLO

 

KIWI, il modello. Fratello di Mirti, rosa cipria a pelo lungo. Quando viveva a Milano era elegante e con un’aria aristocratica e vanitosa… ora resta vanitoso, ma invano.. avendo praticamente ogni tipo di rimasuglio verde nel pelo (foglie, rami, insetti e chi più ne ha più ne metta!), sembra più un rasta annodato che un principe raffinato. Silenzioso e discreto nei movimenti, dorme nelle pose più assurde e strane, mostra la pancia a chiunque ne faccia richiesta con una carezza e come il fratello cerca di dormire in casa, mimetizzandosi sul pavimento, tipo ninja, fino ad approdare al letto di Simona.

ecovillaggio felino kiwi 4

 

NOCCIOLA, la filosofa. Una tricolore sbiadita, con degli splendidi occhi verdi chiaro. Si è ambientata alla vita all’aperto come non avesse mai fatto altro, caccia, si fa i fatti suoi durante quasi tutta la giornata, viene solo quando ha voglia di fare due chiacchiere. Sì, perché lei parla in continuazione. Se le si dice qualcosa, non può fare a meno di rispondere. A volte per intere sessioni di miagolii articolati e insistenti.. che ovviamente non comprendiamo, finché si stanca della nostra stupidità e ci gira il sedere infastidita. Si è autoeletta custode del territorio, passa le serate a fare instancabili ronde lungo tutto il perimetro della proprietà, soffiando e rincorrendo ogni gatto che a suo insindacabile giudizio non dovrebbe stare qui in quel momento.

ECOVILLAGGIO FELINO NOCCIOLA 3

 

FRITZ, l’abusivo. Rosso, sosia di Mirtillo, ma più stazzato. I primi tempi lo scambiavamo per Mirti e lui approfittava della nostra cecità per avvicinarsi quatto quatto alla ciotola e approvvigionarsi. Acerrimo nemico di Nocciola, che non lo sopporta e cerca – invano – di cacciarlo, ha pian piano conquistato terreno, sotto l’ala protettrice di Davide che se lo porta nell’orto per chiacchiere e coccole in intimità. Ora è indubbiamente parte della comunità felina, anche se continua a essere un solitario e a muoversi lentamente come per rendersi invisibile.

 

LAMAUS, la gatta di Davide, ultima arrivata. Si sta ancora ambientando, un po’ esce in cortile e un po’ si svacca sul letto di “papà”. Da sempre un po’ solitaria e aggressiva agli occhi dei suoi umani, da quando è qui, in un territorio sconosciuto già abitato da molti altri gatti, si muove con circospezione e curiosità, discretamente e senza troppi scontri. Gli altri mici hanno accolto con tranquillità la nuova amica e si annusano, nel vero senso della parola. E’ cilindrica, con meravigliosi occhioni verdi e ciuffi di pelo bianchi nelle orecchie. Ha la coda corta, a seguito di un incidente casalingo di qualche anno fa, e questo dettaglio è ciò che ci permette di riconoscerla da Nym, perché si assomigliano moltissimo. Il suo nome cambia in continuazione… ora siamo in attesa del nuovo soprannome che Davide sceglierà per lei.

ECOVILLAGGIO FELINO LAMAUS

 

SID, il cantante. Ultimo e singolare.. E’ un micio non residente, che però fa spesso la sua apparizione notturna. E’ bruttino, spelacchiato, con la testa più grande rispetto al corpo, magro e sgraziato. La sua peculiarità è la voce.. quando arriva si sente da lontano, inizia a cantare strane melodie a volume altissimo, che gli altri gatti, stranamente ignorano. Girovaga un po’ nel cortile, mangiucchia, e poi ricomincia indisturbato a cantare.. da qui il suo soprannome, in onore di Sid Vicious, dato il suo aspetto punk.

Ecco, ve li abbiamo presentati tutti.

Ora ci conoscete anche attraverso i veri custodi di questo posto :-)

 

 

 

FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedinRSS Feed Pin It

Pubblicato in Cronache dall'ecovillaggio

Tags: vivere insieme

Aggiungi commento

Accetto il trattamento dei dati




Anti-spam: complete the taskJoomla CAPTCHA

Seguici anche via email

* campi obbligatori