Grazie 2015

Quante esperienze, emozioni, nuove persone sono entrate nella nostra vita e quante persone, situazioni e abitudini abbiamo lasciato andare.

Gli ultimi giorni dell’anno, trascorsi insieme a molte persone che ci sono venute a trovare, ci hanno permesso di guardare alle esperienze vissute in questo lungo e allo stesso tempo brevissimo anno, qui al Casale.

Lungo perché se guardiamo i giorni sul calendario, 365 sono molti. Abbiamo un anno in più e ogni giorno ne abbiamo vissuto la fatica, l’impegno, le difficoltà, la complessità, la messa in discussione di noi stessi e del nostro agito.
Breve perché ogni ora ci ha arricchito proprio attraverso gli ostacoli da superare, le scelte da rinnovare, i dubbi da sciogliere, le paure da affrontare e trasformare nel coraggio di agire dal quale trarre nuova energia per continuare il cammino, che alle volte, come oggi mentre scriviamo, ci mostra il vento contro.

Alla fine di queste feste, ci siamo ritrovati a tirare le somme e a guardarci dentro, con la stanchezza fisica e con la voglia di celebrare ciò che la vita ci ha donato e che noi abbiamo scelto di raccogliere.

Grazie 2015 per i dolori, le sofferenze e le perdite che abbiamo vissuto. Mentre li vivevamo non siamo sempre stati capaci di comprenderne il senso ma, con la fede che la Vita agisce sempre per il nostro massimo bene, oggi siamo in grado di vederne l’utilità e l’insegnamento.

Ringraziamo per le conferme che continuiamo a ricevere rispetto all’essere sulla strada che vogliamo percorrere, per il senso di forte unione che durante l’anno si è manifestato in tutta la sua pienezza durante i molti momenti di crisi del gruppo, per le nuove opportunità che ci si presentano ogni volta che lasciamo andare ciò che non ci è più utile, abbandonando il senso di attaccamento e il bisogno di certezze e stabilità.

Siamo grati per aver riacceso lo stupore per le piccole cose, una rosa d’inverno, una nuova parola detta da Isotta, la risata di Fabrizio, il suono improvvisato di una chitarra, le percussioni su un barile d’acqua, uno spettacolo di burattini in gomma piuma, Pietro che assaggia il radicchio cotto.

Vogliamo celebrare la conoscenza delle tante persone che hanno sfiorato le nostre vite, di quelle che ci sono entrate immediatamente nel profondo, di altre nelle quali ci siamo rispecchiati e anche di quelle che ci hanno ferito, seppur inconsapevolmente. Vogliamo celebrare di averle incontrate tutte perché ci hanno donato nuove consapevolezze e insegnamenti, permettendoci di evolvere e di osservarci con occhi nuovi.

E’ impossibile nominarle una ad una, anche se i loro doni vivono dentro di noi.. ma..

  • Grazie Ale, Gian e Mattia per l’affetto incondizionato e per la possibilità che abbiamo di vedere la vostra famiglia crescere, anche con noi.
  • Grazie Alessandro per l’entusiasmo, il sorriso, l’energia positiva che trasmetti.
  • Grazie Michele e Atomo per la capacità di uscire da situazioni dolorose con rinnovata voglia di vivere, ridere e migliorarsi.
  • Grazie Avikal per la presenza, la gentilezza, la discrezione e il sostegno che hai saputo dare nel momento del bisogno.
  • Grazie Simo per la condivisione delle tue esperienze, della tua allegria e dei tuoi saperi (e per il liquore alla liquirizia e i litri di limoncello ;-))
  • Grazie Ale per averci donato la tua storia e la tua sofferenza dopo pochi minuti di conoscenza e averci immediatamente mostrato l’altra faccia della medaglia, la volontà, l’apprezzamento della meraviglia della vita.
  • Grazie Mario per il tuo dinamismo, i tuoi toni bruschi ma sinceri, le attenzioni e la volontà di esserci.
  • Grazie Mirco per il tuo senso pratico, per le tante capacità che hanno risolto piccole e grandi difficoltà, per averci permesso di conoscerti anche attraverso la sensibilità e le emozioni.
  • Grazie Davide per il tuo esserci sempre, silenzioso e affidabile, per la tua “buddità” e per lo stupore della tua ironia.
  • Grazie Michele per la cucina deliziosa (e veganissima!!!), la simpatia e la capacità di comunicare con l’armonia del cuore e dei suoni delle tue percussioni.
  • Grazie Maria e Alberto per la freschezza, la semplicità, per averci fatto tornare tutti un po’ bambini, per le nuove prospettive e sogni da realizzare grazie ai vostri talenti.
  • Grazie Luana per la spontaneità, l’allegria, l’attenzione e la dolcezza.
  • Grazie Marco per la condivisione della tua esperienza, delle tue conoscenze, per la sensibilità e la simpatia.
  • Grazie Fabri, Fabri e Carlo per averci insegnato l’Amore, la più autentica accettazione della diversità e l’esaltazione dell’unicità di ciascuno, coi fatti e non nelle parole. Grazie per averci aperto nuovi orizzonti da raggiungere insieme.

collage

Grazie a voi tutti che ci seguite, che ogni giorno diventate più numerosi, che ci date stimoli e rinnovate la nostra voglia di continuare e condividere.

Grazie a noi di aver aggiunto nuovi sogni alla nostra lista.

Ora, arricchiti da tutto ciò, siamo pronti a iniziare questo nuovo anno, con ottimismo, entusiasmo, fiducia ed energia.

Buon 2016!

FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedinRSS Feed Pin It

Pubblicato in Cronache dall'ecovillaggio

messaggio globale  italiano

Ultimi commenti

Katia
1 mese 13 giorni

Sarei felice di venire il prima possibile Ciao Andrea, contatta Riccardo al 348 7830445, è lui che ...

Andrea
1 mese 13 giorni

Sarei felice di venire il prima possibile

guido
6 mesi 11 giorni

Ti ho conosciuta a TdV tempo fa e ci siamo...scontrati. Succede. Credo di essermi scontrato con quel ...

Seguici anche via email

* campi obbligatori