Il volto della paura

Il volto della paura

Sto perdendo la percezione del tempo e inizio a chiedermi se sia un bene o meno.

Quelle poche routine che avevo sono andate a farsi fottere e ora ci sono giorni in cui mi sembra di non aver fatto nulla e altri in cui ho infilato, una dietro l'altra, attività che in altri momenti avrei pensato impossibili da portare a termine in una settimana!

Tutto questo per dire che qualche settimana fa (credo), dopo giorni in preda a un'ansia non ben identificabile che mi teneva sveglia anche la notte, ho deciso finalmente di farmi aiutare e ho preso il coraggio per partecipare a un bellissimo incontro tenuto da Gabriella Costa chiamato "Il volto della paura".

Avevo già lavorato con lei utilizzando il metodo del Mandala Evolutivo® per lavorare su alcune mie dinamiche, rabbia in primis, ed era stato un viaggio meraviglioso fatto di colori,  creatività ed emozioni, un modo delicato e intuitivo di scavare dentro e portarmi faccia a faccia con le altre me.

Durante la sessione la nostra Simona era in partenza per Milano, per raggiungere la sua mamma in un momento di grave difficoltà, e non sapevamo quando sarebbe potuta rientrare. Da giorni non riuscivo a starle vicino, spaventata dal suo dolore e tesa per il mio che reputavo senza valore in confronto a quello di una perdita importante.

volto pauraL'inizio della sessione è stato difficile, un orecchio teso ai rumori fuori per carpire lo sbang del portellone del bagagliaio, l'altro ad ascoltare ciò che veniva detto al di là del monitor, le lacrime in gola pronte a risalire ed esplodere.

Ricordo noi sette attorno alla macchina e Simo con lo sguardo basso, piangere appoggiata alla portiera, ricordo la sensazione del nostro abbraccio più veloce del solito, gli occhi che temono di incontrarsi e il rumore del motore.

Mi sono ripetuta decine di volte "Tutto è per il Bene, tutto è per il Bene, tutto è per il Bene..."
... ma dentro di me una voce urlava più forte che non era giusto! Che tutta questa merda era assurda! Che avrei voluto prendere i responsabili e sfogare su di loro tutta la mia rabbia!!

... ma i miei responsabili non avevano una faccia, così come il mandala che avrebbe dovuto rappresentare la mia paura.

C'ero io, in mezzo,  attorniata da immagini agghiaccianti di avvoltoi che dilaniano carogne, città distrutte, rivolte, fumo e un vortice grigio simile al Nulla de La Storia Infinita.

Attorno prati verdi,  cieli azzurri e un sole meravigliosamente caldo...

Con noi... o senza di noi..." il titolo.

Gabriella mi ha aiutato a dare un senso a ciò che tanto mi stava terrorizzando: il caos, la perdita di controllo!

In una frazione di secondo ho attraversato stupore, frustrazione (ancora?!? Ma se ci ho già lavorato così tanto!!), rabbia e poi ...  totale serenità: allora SEI TU, ma io ti conosco già!!!
Wow! Allora posso confrontarmi con te, ne sono certa perché l'ho già fatto!

Un lampo e la mente è andata a ciò che narro nel mio corso sui Sintomi:

il nostro sistema di difesa ha bisogno di confrontarsi col "nemico", lo deve fare per imparare, per poter acquisire competenza e diventare più forte!

Che meraviglia che siamo e che potenza potremmo esprimere se solo sapessimo come guardarci davvero dentro!

frase paura

Tutte le risposte sono dentro di noi, nel nostro Essere, tutto il Sapere è inscritto nelle nostre cellule e dobbiamo solo comprenderne il linguaggio.

FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedinRSS Feed Pin It

Pubblicato in Blog di Katia Prati

messaggio globale  italiano

Ultimi commenti

Chiara
28 giorni 4 ore

Sono interessata e curiosa nello scoprire i tanti e belli modi di abitare

Serena Zuffo
1 mese 3 giorni

Buongiorno, io e mio marito ci stiamo orientando verso la una vita ecologica e ci piacerebbe tanto c ...

Marco
1 mese 8 giorni

Sono disponili ad uno scambio di esperienza in un Ecovillaggio. E da tempo che volovo farlo e mi sem ...

Seguici anche via email

* campi obbligatori