Osservare la Natura per conoscere noi stessi. 5 movimenti e costituzioni in MTC

Dal Vuoto nasce l'Uno,
dall'Uno il Due,
dal Due il Tre,
dal Tre nascono i Diecimila esseri.

Lao Tze

 L’incontro con la Medicina Tradizionale Cinese e il taoismo per me è stato un amore a prima vista. Mi sono innamorata di quello sguardo alla Vita che diventa filosofia con tratti di lirica poetica.

Secondo questa visione, tutto origina dal Tao, sorgente di ogni cosa, legge dell’Universo, l’indefinibile, “l’Esistenza prima dell’esistenza”, la potenzialità non ancora espressa, l’Unità che contiene in sé il germe della divisione.

Dal Tao deriva l’Uno (l’Esistenza) e dall’Uno originano due forze, opposte e complementari, Yin e Yang che ci permettono di osservare e definire la nostra realtà. Dal gioco delle due forze si crea il Qi (“da Due a Tre”), energia che esiste in diverse forme e che si manifesta nei Cinque Movimenti.

i 5 elementi

Dove Tutto è energia, è la danza di Yin e Yang a generare le forme che noi conosciamo e che si esprimono in maniera tanto diversa, forme di cui fa parte anche l’essere umano.

L’energia si muove in modo circolare e ciclico, così come ogni manifestazione della vita, così nel microcosmo, così nel macrocosmo.

Il termine Wu Xing (traducibile con Cinque Movimenti o Cinque Trasformazioni) è sia verbo, sia sostantivo e identifica un aspetto sia statico, sia dinamico, un percorso, un “andare” che rappresenta la relazione esistente tra ogni fenomeno e tra ogni elemento naturale.

teoria 5elementi 640x428I Cinque “elementi”, Legno, Fuoco, Terra, Metallo, Acqua, nascono dall’interazione di Yin e Yang e definiscono la natura energetica di ogni cosa che costituisce il mondo così come lo vediamo.

  1. Il Legno (Yang nascente) rappresenta la salita dell’energia
  2. Il Fuoco è la sua espansione (Yang massimo)
  3. La Terra è il momento di transizione (Momento intermedio)
  4. Il Metallo è la discesa (Yin nascente)
  5. L’Acqua l’approfondimento (Yin massimo)

La Terra, posta al centro, è connessa a tutto, è il momento della trasformazione, della stabilità, se gli altri quattro elementi rappresentano le quattro stagioni, la Terra è la parte di passaggio di una stagione nell'altra, il momento in cui l'energia cala e risale rinnovata per il periodo che deve arrivare.

La metafora più bella e comunemente usata è quella del Fuoco d'artificio

La rapida salita verso l'alto rappresenta l'energia del Legno, l'esplosione e la massima espressione dell'energia fino alla sua dispersione è ben rispecchiata dall'energia del Fuoco. Gli zampilli di luce ridiscendono e generano la cenere che depositandosi crea la Terra. Nel suolo, le ceneri (l'esperienza ormai passata) si concentrano e creano i metalli. Nella profondità della terra i metalli tendono a liquefarsi, a perdere la forma e a mescolarsi con la terra che li ha generati (Acqua).

Anche noi uomini, facendo parte della natura, rientriamo in questo ciclo continuo di energia, di fatto, SIAMO ENERGIA condensata e a seconda del prevalere di un elemento o di un altro si genera la meravigliosa varietà di forma e contenuto che ci contraddistingue.

In noi coesistono opposti e unità, in noi convivono luce e ombra, bene e male, gioia e dolore, è dalla danza di queste energie, dal continuo trasformarsi dell'uno nell'altro che nasce la Vita.

Legno

Rappresenta la fase iniziale della vita, la fanciullezza, la primavera, i nuovi cicli che si aprono.

È energia in crescita, propulsiva, che ha bisogno di sfogare. A questo movimento appartengono: fegato, colecisti, tendini, la forza muscolare, le lacrime, il colore blu-verde, il sapore acido, il vento, la primavera, l’alba, la fanciullezza. Il suo senso è la vista. È determinazion e spinta iniziatrice che possono trasformarsi in gelosia, possessività e rabbia.

Fuoco

È fonte di vita: è calore, nutrimento, permette la trasformazione delle energie.

Momento di massima espansione. La sua natura è salire, produrre calore, illuminare. Nella sua forma in eccesso provoca distruzione. L’elemento Fuoco è rappresentato dal sole con la sua capacità di trasformare e far rinascere. Il Fuoco è un agente di cambiamento rapido e irreversibile, distrugge una forma per crearne un’altra. Tende verso l'alto per nutrire ciò che è in basso.

Al fuoco appartengono il cuore, il pericardio, i vasi sanguigni, il sangue, l'intestino tenue. È la fase dell'innamoramento e della passione, dell'adolescenza, l'estate, il sole. ll sapore è l'amaro tostato. È legato al sudore, soprattutto quello legato all'emotività e si esprime nella lingua come fonazione e gusto "emotivo". È gioia, entusiasmo e passione che possono trasformarsi in dispersione e euforia senza controllo

.Terra

La caratteristica di questo movimento è di accogliere, generare, nutrire, trasformare. È l’energia del sostegno, del radicamento, è l'energia del fuoco che si spegne per farsi concreta. L'inizio della discesa e della trasformazione. Produce tutte le forme. Dispensa la vita. Governa milza, stomaco e pancreas, a lei è associata la massa muscolare, governa la circolazione linfatica e si mostra nelle labbra. I suoi sensi sono il gusto e il tatto a livello fisico. Il sapore è il dolce delicato dei cereali.

È il momento dell'età adulta, il punto di incontro tra fuori e dentro.

Metallo

È il passaggio dall'atto alla potenza, la fase di decelerazione dell'energia. E’ la capacità di interiorizzare le esperienze significative e lasciare andare il superfluo, di ricevere e trasmettere i messaggi, di comunicare con l’ambiente esterno pur rimanendo noi stessi (introspezione). È l'interiorizzazione in cui l'energia penetra profondamente nella terra, l'unione di diversi particolari per renderli come un unico corpo. È il contatto con l'universo interiore che permette lo scambio con l'universo intero nel silenzio che tutto include. Può trasformarsi in isolamento e tristezza.

Lo troviamo nei polmoni e nell'intestino crasso, nella cute e nei capelli, il suo senso è l'olfatto, il suo sapote il piccante delle spezie. È la maturità e l'autunno.

Acqua

Costituisce l’inizio e la fine di ogni processo nell’essere umano. È l’energia che viene fornita all’atto del concepimento. Potenzialità infinita. L’Acqua è la radice della vita, è la somma di esperienze che strutturano l’io.

Fluidifica e scorre, genera cambiamenti di forma e stato, è la morte per la rinascita.. Teme la secchezza che ferisce e sbriciola. Ciò che è solido e definito perde la propri forma e crea spazio per un nuovo germoglio.

All'elemento Acqua (Inverno) appartengono i reni, la vescica, le ossa, i denti, il sistema nervoso e le ghiandole endocrine. Il sapore è il salato e il sentimento è la voglia di vivere che può trasformarsi in paura per la sopravvivenza. In natura è il momento del riposo vegetativo, l'inverno, il buio. Il suo senso è l'udito, il suo sapore il salato.

 

 

 

 

 

 

FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedinRSS Feed Pin It

Pubblicato in Salute Consapevole

messaggio globale  italiano

Seguici anche via email

* campi obbligatori