In sinergia con Pacha Mama

Risveglio della primaveraCome passa veloce il Tempo!!! Fino a qualche giorno fa spalavamo neve e ora la primavera è alle porte.

Qui ogni mattina ci affacciamo su un mondo che non sembra mai lo stesso, la neve ha spezzato molti rami e fatto crollare alcuni cipressi e, al di là del dolore nel guardare quei tronchi feriti, ci stiamo abituando a una vista nuova che dona più luce al casale… è il ciclo naturale delle cose, nascita, vita e morte, in una giostra che si sussegue e che regala meraviglia in ogni sua fase… la magia della Sinergia con il mondo che ci sta accogliendo con tanto Amore e che ci fa da maestro in ogni istante.

La scelta di Vita che abbiamo fatto ci permette di seguire maggiormente i ritmi naturali e così anche per noi è giunto il momento di uscire dal torpore invernale e connetterci in modo diverso con la Natura che ci sta ospitando … e quale scelta migliore se non quella di creare un orto che ci permetta di continuare l’esplorazione di noi stessi tramite l’osservazione e lo scambio con la Terra?

Veniamo tutti dalla città e per la maggior parte di noi, finora, coltivare qualcosa ha solo significato avere qualche vaso di spezie sul balcone e prendersi cura delle nostre piante da appartamento.

A dire il vero, qualche anno fa, io e Manno siamo addirittura riusciti a mantenere in vita qualche piantina di pomodoro… erano orrendi, ma il solo fatto di averli trapiantati noi dai vasetti del vivaio al grosso vaso in pietra sul terrazzino ce li faceva sembrare delle primizie pregiate!Mani nella terra

Da quando siamo qui in ecovillaggio, è stato Andrea ad occuparsi principalmente dell’esterno e del verde. Ogni mattina si mette in moto prima di tutti e quando noi scendiamo per la colazione lui è già lì che armeggia con carriola, pala e rastrello. A volte il suo sembra un va e vieni senza un fine, ma poi, di punto in bianco, il cumulo di terra e mattoni su cui poggiavamo distrattamente lo sguardo ogni giorno si trasforma in un’aiuola piena di promesse.

E’ grazie ad Andrea che abbiamo iniziato ad accarezzare l’idea dell’orto sinergico e l’arrivo di Massimo, amico di vecchia data e papà di uno splendido orto sinergico in Lunigiana, ci ha permesso di comprenderne il significato più profondo e ci ha fatti appassionare.

In partenzaL’energia di Massimo è stata trascinante!!! Vedere i suoi occhi illuminarsi ogni volta che descriveva la sensazione delle mani nella terra, sentirlo parlare dei suoi semi, dei centimetri di terra fertile recuperati sull’argilla smuove le emozioni, ha qualcosa di alchemico e così elevatamente spirituale che le parole stentano a spiegare.

Sabato abbiamo riunito un piccolo gruppo di amici e, complice la bella giornata di sole, ci siamo seduti in cerchio a contatto con l’erba per fare una Meditazione sulla Terra prima di partire in gruppo alla raccolta dell’humus per preparare la nostra prima seminiera. Silvia ci ha guidati e ci siamo visualizzati come piccoli semi che piano piano diventano un tutt’uno con il terreno fino ad esplodere in nuova Vita. Il primo passo della nascita del nostro orto è stato la riscoperta della profonda connessione che esiste tra noi e il Tutto in cui siamo immersi, le nostre gambe sono diventate radici connesse le une alle altre in un intreccio vitale e nutriente. D’un tratto anche chi, di solito, guarda con fastidio la terra che s’insinua sotto le unghie, si è ritrovato a zappettare il sottobInsieme a zappettareosco per raccogliere l’humus che farà da nido ai semi.

Ognuno di noi, grande e bambino, ha toccato la Vita nascosta dentro ai preziosi lombrichi, alle foglie secche e al terriccio, è entrato in contatto con l’energia degli altri e ha scoperto come un mondo intero con i suoi equilibri possa essere racchiuso in un fazzoletto di terra dove convivono piante, fiori, vermi, arbusti e alberelli, tutti con il loro compito e tutti in sinergia per un solo obiettivo: creare una comunità intenzionale in miniatura... un pò come la nostra ^_^

 

 

 

Per vivere con noi la nascita del nostro  orto sinergico e creare insieme un progetto di Permacultura

vieni a trovarci in questi giorni

28-29 Marzo 2015: Condivisione e sinergia nell'orto di Tempo di Vivere

10-12 Luglio 2015: Progettazione Partecipata in Permacultura con Stefano Soldati

Ottobre: progettazione e creazione Food Forest con Elena Parmiggiani (programma e date da definirsi)

 

Seminiera orto sinergicoAnto e Massi HumusSimo e Totta
FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedinRSS Feed Pin It

Pubblicato in Cronache dall'ecovillaggio

messaggio globale  italiano

Ultimi commenti

guido
4 mesi 15 giorni

Ti ho conosciuta a TdV tempo fa e ci siamo...scontrati. Succede. Credo di essermi scontrato con quel ...

gioia
4 mesi 15 giorni

AUGURONI GABRIELLA e grazie per queste meravigliose considerazioni che voglio assolutamente tenere i ...

Anatolia
5 mesi 18 giorni

Bella questa condivisione, che non esclude nessuna emozione e la ridona indietro a chi guarda e asco ...

Seguici anche via email

* campi obbligatori