Verdure lattofermentate

La lattofermentazione è un metodo di fermentazione adottato per conservare le verdure di stagione arricchendole di minerali, vitamine, enzimi digestivi e lattobacilli essenziali alla salute della flora batterica intestinale.
Gli alimenti fermentati giocano un ruolo primario nel mantenere la salute dell’intero organismo, a cominciare da quella dell’intestino. Gli alimenti fermentati contengono batteri “buoni”, i probiotici, in grado di mantenere viva e variegata la popolazione batterica intestinale o microbiota.


Carote fermentate 2
Il procedimento è molto semplice:
- tagliare le verdure a listarelle (noi abbiamo usato le carote e i finocchi)
- salamoia fatta con 1 litro di acqua (NON CLORATA! Nel caso lasciate l’acqua in una pentola per una mezza giornata) e 30 gr di sale marino non iodato
- aglio
-spezie per insaporire le nostre verdure

Ricetta
Come prima cosa scaldiamo l'acqua e uniamo il sale, una volta che si è sciolto lasciamo raffreddare la nostra salamoia.
Dopo aver tagliato le verdure mettiamole in verticale in un vasetto di vetro (ricordiamoci di sterilizzarlo bollendolo o mettendolo in forno a 100 gradi per 10 minuti) e unire aglio, spezie a piacere.
Coprire con la salamoia e inserire il pressello salvagusto cosicché le verdure restino completamente sommerse dalla salamoia.
Una volta al giorno agitare e svitare il tappo per far sfiatare. Apriamo piano il nostro tappo perché potrebbe capitare che la nostra salamoia esca come un gaiser, dal vasetto. In questo caso aggiungiamo acqua fino a ripristinare il livello
Dopo 2-3 settimane si possono mangiare.

FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedinRSS Feed Pin It

Pubblicato in Verso l'Autosufficienza

messaggio globale  italiano

Seguici anche via email

* campi obbligatori